News

news

Primo appuntamento con l’ Open Day al “Terra di Lavoro”, infatti, il secolare Istituto casertano, domenica 18 dicembre a partire dalle ore 10.00, aprirà le porte della sede di via Ceccano per accogliere gli studenti delle classi terze delle scuole medie del territorio, che permetterà loro, guidati dalla Preside Emilia Nocerino con docenti, alunni e personale tecnico amministrativo, di poter visitare direttamente le accoglienti strutture: i modernissimi laboratori attrezzati per ogni materia (laboratori informatici, laboratorio scientifico, laboratorio linguistico, di matematica e di simulazione aziendale), le aule dotate di lavagne interattive multimediali, alla storica biblioteca con gli oltre diecimila volumi, il teatro che ospita i concerti tenuti dagli allievi del liceo musicale (prima istituzione nella città capoluogo), il Caffè Letterario dove vengono presentate le opere di illustri scrittori, la sala per la redazione del giornale d’istituto; inoltre, potranno sperimentare l’attrezzata palestra con annesso campo polivalente unico in erba sintetica. I nostri allievi al termine del periodo di studi - mette in risalto la Preside Nocerino - sono preparati per affrontare qualsiasi facoltà universitaria nel settore giuridico-tecnologico, non disdegnando i settori scientifici ed umanistici per l’elevata preparazione che raggiungono. La Preside Emilia Nocerino evidenzia come gli Open Day (i prossimi sono in programma il 15 e 29 gennaio 2017) siano utili per aiutare i discenti che frequentano la terza media nella non facile scelta del futuro indirizzo di studio, ma il nostro Istituto propone loro di vivere in tempo reale quello che svolgeranno nei vari indirizzi proposti dal PTOF (piano triennale dell’offerta formativa) per una scuola che, con gli open day, va tra la gente; inoltre le esibizioni dei nostri liceali con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado dimostrano come quest’ultimi hanno la reale possibilità di proseguire il percorso di studio con grande linearità. Infine, la Preside Emilia Nocerino sottolinea come tutto sia stato sintetizzato dallo slogan coniato dagli stessi studenti che si legge sulla locandina realizzata dagli allievi dell’indirizzo grafica e comunicazione “Orientiamoci per il nostro domani…. Together for a better FUTURE! (Insieme per un futuro migliore)…..

Allegati:
Scarica questo file (manifesto70x100.jpg)manifesto70x100.jpg[manifesto]130 kB

Nella ambito della prevenzione degli incidenti stradali, presso l’aula Magna dell’Istituto “Terra di Lavoro” si è tenuta una interessante conferenza sulla sicurezza stradale tenuta dai carabinieri di Caserta di cui è comandante il col. Alberto Maestri. Il tenente Fabrizio Borghini con il maresciallo capo Giulio De Matteis, hanno illustrato agli allievi cari alla preside Emilia Nocerino, le conseguenze della guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, conseguenze non solo che prevedono sanzioni penali e patrimoniali, ma anche con  danni materiali e fisici provocati da un incidente stradale. Particolarmente toccante l’introduzione del tenente Borghini, con la quale ha ricordato agli astanti come per più di una volta si sia dovuto  rivolgere ai parenti delle giovani vittime degli incidenti stradali, per comunicare loro il tragico evento. Successivamente il maresciallo capo De Matteis ha relazionato sulla importanza della prevenzione  ed inoltre ha dimostrato agli allievi come viene misurato il tasso alcolico tramite l’etilometro. L’incontro si è concluso con una serie di domane poste dagli studenti, tra le quali quella di Giovanni della classe 5D che ha chiesto di chi sia la responsabilità in caso di guida in stato di ebrezza, responsabilità che è sempre di colui che è alla guida in quello stato.

Grazie al Sindaco Carlo Marino per questa opportunità, a tutti i miei ragazzi e ai docenti Prof. Cristiano Antonella, Gerardina Rainone e Mauro Ricciardi. Grande apprezzamento del pubblico.

Gli studenti dell’Istituto “Terra di lavoro” di cui è Preside la dott.ssa Emilia Nocerino, sono stati ospiti il 05 dicembre 2016,  di due puntate del programma televisivo “Quante Storie”. Il programma, condotto da Corrado Augias,  dedicato al mondo dei libri e all’approfondimento dei temi di attualità, è trasmesso su RAI 3 alle ore 12.45, tutti i giorni della settimana tranne il sabato. Le docenti Rosalba Loreto, Marilena Lucente e Antonietta Mastrobuono  hanno curato  i contatti con la RAI e  la partecipazione dei 44 studenti dell’Istituto  ( classi V B e VI B, V C e IV C, V G e IV G) alla trasmissione .  Nella prima, ospite Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della sera, andata in diretta  il cinque dicembre, sono stati analizzati e discussi i risultati del referendum elettorale:  gli studenti hanno rivolto al giornalista domande sulla libertà di stampa, sul rapporto tra il giornalismo e la politica, sulla difficoltà di informarsi criticamente nel mondo del web.   Nella seconda, in onda il nove dicembre,  Corrado Augias  ha presentato il  libro “Memorie di un ottuagenario” di Achille Occhetto, un saggio sulla libertà e la crisi della politica: gli studenti sono intervenuti con  riflessioni sulla difficoltà di essere liberi tra condizionamenti personali e sociali, e sulla necessità di misurarsi con un  futuro incerto e poco generoso nei confronti dei giovani. Corrado Augias ha definito “brillanti” questi studenti, capaci di affrontare le questioni proposte senza retorica e con grande spontaneità e immediatezza.  In più, senza che fosse programmato,  Augias ha voluto che fosse  letta, in trasmissione, da uno studente, la prima terzina del primo canto dell’Inferno di Dante  in napoletano. In effetti  la IV G stava parlando ad Augias, in riunione di Redazione,  della traduzione realizzata dalla IV G sotto la guida della  prof. Marilena Lucente, e, dopo averne ascoltati alcuni versi, ha voluto che fossero letti in trasmissione. Di grande valore formativo è stato anche l’incontro con la scrittrice Michela Murgia, consulente, in trasmissione, della rubrica libri. Di grande impatto emotivo è stata l’intera esperienza vissuta in Rai. Prima di tutto la riunione di redazione, con i suggerimenti dei programmisti, le prove per imparare a gestire i tempi televisivi, i dubbi da chiarire sulla presenza in studio. Ancora più forte l’impatto nello studio, grande, con gli schermi, le telecamere, le macchine da presa, i redattori che aiutavano a seguire la scaletta, l’alternarsi di momenti in onda e fuori onda quando andavano i filmati, la presenza degli orologi e degli operatori che indicavano il tempo mancante: il ritmo in televisione è tutto.  Infine, la soddisfazione per aver preso parte ad un programma davvero interessante, ma soprattutto per aver conosciuto direttamente cosa c’è dietro ogni trasmissione, che viene curata in ogni aspetto: dalla costruzione del copione alla necessaria professionalità che deve avere chi conduce.  Un’esperienza di apprendimento, arricchita anche dal confronto umano con i redattori, gli assistenti di regia,  gli ospiti e lo stesso Augias.  Un’esperienza da vivere per tutti e, in particolare, per tutti i giovani . Entrambe le trasmissioni si possono vedere in replica sul sito internet Rai Play.

  

03-12-2016 - Nell’aula Magna  dell’Istituto  “Terra di Lavoro” di cui è Preside la  dott.ssa Emilia Nocerino, ha avuto luogo la cerimonia per l’assegnazione della quarta edizione del  premio “Oreste Russo”,dedicato alla memoria dell’indimenticato docente di matematica scomparso nel 2012. Il premio per l’annualità 2015-2016 è stato assegnato ex aequo agli allievi  Matteo Durante della classe 3 B e a Noemi Natale della classe 3 H, con il premio (consistente in borse di studio) i vincitori hanno ricevuto il pamphlet dedicato al prof. Russo al fine di far loro conoscere la sua storia professionale. Il premio “Oreste Russo” è stato assegnato agli alunni  più meritevoli in matematica, a coloro  che abbiano riportato ottimi risultati nelle prove INVALSI e per la corretta condotta nella vita scolastica. Nel corso della cerimonia della quarta edizione, alla presenza della dott.ssa Ines Russo, sorella del compianto Oreste è stato proiettato un video sulla figura del prof. Russo che ha commosso gli astanti. Infine, la preside Nocerino,  docenti, alunni e genitori hanno raccontato alcuni aneddoti sulla figura dell’indimenticato docente di matematica. Nelle precedenti edizioni il premio  è stato assegnato agli allievi Serena Delli Paoli, Giuseppe Mingione e Serena Carozza.

Calendario Eventi

Ottobre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Back to top